SciELO - Scientific Electronic Library Online

 
vol.47 issue4Evolutionary approach to communication between humans and dogsAnimal-assisted therapy with farm animals for persons with psychiatric disorders author indexsubject indexarticles search
Home Page  

Annali dell'Istituto Superiore di Sanità

Print version ISSN 0021-2571

Abstract

BOMPADRE, Giulia  and  CINOTTI, Stefano. Gestione dei problemi comportamentali nell'interazione uomo-cane. Ann. Ist. Super. Sanità [online]. 2011, vol.47, n.4, pp. 378-383. ISSN 0021-2571.  http://dx.doi.org/10.4415/ANN_11_04_09.

La gestione dei disturbi comportamentali nel cane richiede competenze professionali e specialistiche. Attualmente la figura professionale di riferimento è quella del medico veterinario comportamentalista. L'approccio di tipo clinico al disturbo comportamentale riportato dal proprietario del cane permette al medico veterinario comportamentalista di formulare una diagnosi e di prescriverne la terapia comportamentale e/o farmacologica. L'obiettivo della terapia comportamentale è di generare un cambiamento di tipo stabile nella percezione, e perciò nella emozione ad essa correlata, di uno stimolo, e nel comportamento abitualmente conseguente. Di fondamentale importanza è stabilire, sulla base dei sintomi, lo stato patologico del soggetto, utile a individuare l'alterazione funzionale dei principali sistemi di neurotrasmettitori coinvolti, a cui far fronte mediante un adeguato trattamento farmacologico. Nell'attuazione della terapia comportamentale il medico veterinario comportamentalista collabora, ove necessario, con un'equipe di figure qualificate in ambito cinofilo.

Keywords : cane; comportamento animale; medico veterinario comportamentalista; terapia comportamentale; terapia farmacologica.

        · abstract in English     · text in English     · pdf in English