SciELO - Scientific Electronic Library Online

 
vol.48 número1Primary empty sella and GH deficiency: prevalence and clinical implicationsOscillococcinum for influenza treatment índice de autoresíndice de materiabúsqueda de artículos
Home Page  

Servicios Personalizados

Articulo

Indicadores

Links relacionados

  • No hay articulos similaresSimilares en SciELO

Compartir


Annali dell'Istituto Superiore di Sanità

versión impresa ISSN 0021-2571

Resumen

VOSLAřVA, Eva  y  PASSANTINO, Annamaria. Normativa sul randagismo canino e felino e sua applicazione nella Repubblica Ceca e in Italia. Ann. Ist. Super. Sanità [online]. 2012, vol.48, n.1, pp. 97-104. ISSN 0021-2571.  http://dx.doi.org/10.4415/ANN_12_01_16.

Il crescente numero di cani e gatti randagi pone gravi problemi per la salute pubblica, per il benessere animale, nonché sotto l’aspetto socio-economico e politico in molti paesi dell’UE. Il controllo del randagismo è un argomento complesso e di non facile risoluzione. Riconoscendo l’importanza della questione, la Commissione Europea sin dal 2007 ha attivamente contribuito attraverso l’OIE all’elaborazione di linee-guida per il controllo della popolazione canina. Tuttavia, le strategie per risolvere detto fenomeno differiscono nei diversi paesi, poiché non esiste una specifica normativa a livello comunitario atta a controllare il suddetto fenomeno. Il presente lavoro descrive il fenomeno del randagismo in generale ed analizza la normativa esistente in Europa. Viene, altresì, effettuato un esame comparativo delle politiche e delle misure attuate nella Repubblica Ceca ed in Italia, al fine di confrontare le due realtà legislative stante le differenze storiche e sociali esistenti tra i due paesi (da un lato un paese post comunista e dall’altro un paese membro fondatore dell’attuale UE).

Palabras llave : cane randagio; gatto randagio; controllo; legislazione; Italia; Repubblica Ceca.

        · resumen en Inglés     · texto en Inglés     · pdf en Inglés